^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Staffordshire Bull Terrier: devoto e ostinato

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Creato attraverso incroci di Bulldog e di vari Terrier nella regione dello Staffordshire, da cui prende il nome, questo coriaceo cane è stato impiegato nell'Ottocento nei combattimenti fra cani tanto in voga in Gran Bretagna e proseguiti clandestinamente nei territori minerari quando le leggi li avevano proibiti. Spodestato come lottatore dal Bull Terrier (di cui è parente prossimo), lo Staffordshire non ha mai subito un vero tramonto, soprattutto perché nella sua regione si è continuato ad allevarlo e a perfezionarlo.

Anche i cinofili d'oltreoceano si sono interessati a lui e ne hanno creato un tipo americano, assai robusto e di taglia leggermente superiore. Lo Staffordshire ha testa corta e profonda; cranio largo; guance muscolose; stop molto evidente; dentatura superiore e inferiore che combaciano; occhi rotondi e scuri; orecchie semi erette; coda di media lunghezza, attaccata bassa e mai arricciata; arti dritti tra loro ben distanziati. Altezza: 35-40 cm; peso dei maschi da 12.5 a 17 kg, delle femmine da 10.8 a 15. Il mantello è composto da pelo liscio, corto e aderente; nei colori: rosso, beige, bianco, nero, blu, o una qualsiasi di queste tinte col bianco.

Piuttosto tarchiato, potente, dal torace profondo e dal collo muscoloso, tuttavia agile e attivo, lo Staffordshire Bull Terrier ha mantenuto nel tempo il duro temperamento del combattente, perciò nelle risse sa cavarsela per il meglio. Non è però un cane pericoloso, perché possiede la rara capacità di saper istintivamente discernere, tra uomini e cani, quelli con cattive intenzioni. È quindi un Terrier dotato di autocontrollo e ciò è convalidato dai premi di obbedienza che vince di frequente. È capace di dare la vita per il padrone che ama ed è assai tollerante coi bambini.

Gradisce un regolare esercizio fisico; può passeggiare per molti chilometri, se necessario, e avere ancora la vigoria per scalare recinzioni. Va comunque tenuto al guinzaglio quando si trova in spazi pubblici e non dovrebbe essere inserito in case in cui già vivono gatti o altri animali. Inoltre, è fondamentale che nella relazione il suo proprietario sancisca subito la propria supremazia e che l'addestramento sia eseguito a fondo e con polso fermo, in modo da controllare fin da subito i suoi eccessi. Essendo un cane a pelo corto, il suo mantello richiede poche cure. (Foto: G+)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2016-09-23 20:35
Bellissimi anche loro e senz'altro ottimi compagni nelle mani giuste c07
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2016-09-17 19:39
Bellissimo! Fa parte della lista dei cani che mia figlia Lorena prenderebbe mooooolto volentieri c04