^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Attenzione. Adeguare la velocità!

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Purtroppo gli incidenti stradali con coinvolgimento di animali sono all’ordine del giorno. Diverse decine di migliaia di animali come caprioli, volpi, martore, ricci e ben oltre 100 000 anfibi muoiono annualmente sulle strade svizzere, e spesso tra atroci sofferenze. Sulle nostre strade perdono la vita ogni anno oltre 8000 caprioli – il che significa che ne muore uno ogni ora! Con le seguenti informazioni la Protezione svizzera degli animali (PSA) vuole contribuire a ridurre questo tipo di incidenti.

Gli animali feriti devono essere rintracciati quanto prima e se necessario soppressi, da una persona competente, per liberarli dalle loro sofferenze. Questo ingrato compito spetta di norma ai cacciatori o ai guardiacaccia. Talvolta gli automobilisti non se la cavano con un semplice spavento. Le collisioni con animali provocano oltre 100 feriti all’anno. Questi incidenti generano anche costi elevati. Già soltanto i danni ai veicoli superano complessivamente i 25 milioni di franchi all’anno.

Gli animali non fanno attenzione al traffico

Gli animali si comportano diversamente dagli esseri umani e di norma non vedono un pericolo nelle strade. Le attraversano senza cautela durante i loro spostamenti alla ricerca di cibo o di un compagno, o quando sono in fuga. La maggior parte degli incidenti coinvolge animali selvatici, ma anche cani, gatti, cavalli e mucche.

Particolare cautela al mattino e di sera...

Il rischio di collisioni è particolarmente alto nelle prime ore del mattino e al crepuscolo. In queste ore infatti girano molti animali selvatici e la visibilità per i conducenti di auto è limitata.

... e di notte...

Molti animali selvatici sono notturni. Al buio è difficile individuare la presenza di animali che, abbagliati dai fari delle auto, rimangono fermi in mezzo alla strada.

... e a primavera!

Anche in primavera il rischio di incidenti è più elevato perché in questa stagione molti animali cercano un partner per l’accoppiamento o accompagnano i cuccioli inesperti nelle loro prime uscite.

Il sale attira gli animali

In inverno i caprioli e i cervi gradiscono nutrirsi dei resti di sale sui bordi delle strade – un’abitudine terribilmente rischiosa! Al buio infatti vengono visti troppo tardi e quindi investiti.

Le strade – corridoi di migrazione per gli anfibi

Anfibi

Soprattutto gli anfibi e i rettili utilizzano le strade come corridoi di migrazione, anche in virtù del calore che emanano. Il clima primaverile segna l’inizio del periodo di migrazione degli anfibi, alla ricerca di bacini d’acqua in cui deporre le uova. Attenzione: spesso di notte quando piove attraversano le strade a gruppi di centinaia o migliaia.

Caprioli

I caprioli si muovono soprattutto al crepuscolo e di notte, solitamente in piccoli gruppi. Spesso si tratta di madri con i cuccioli o coppie di maschi e femmine. Attenzione: un capriolo è quasi sempre seguito da uno o due altri esemplari!

Volpi

Le volpi passano spesso inosservate, soprattutto la notte, il momento della giornata che prediligono per i loro spostamenti. I cuccioli sono inesperti e quindi particolarmente a rischio. Attenzione: le volpi amano muoversi al crepuscolo e di notte – ed anche nelle zone abitate.

Uccelli

Spesso gli uccelli rapaci e i corvi si nutrono dei piccoli animali che sono stati investiti e giacciono sulla strada. Attenzione: gli uccelli in picchiata o risalita potrebbero rischiare una collisione con le auto di passaggio.

Cani e gatti

I gatti amano la libertà e spesso scorrazzano per le strade. Un serio problema è anche rappresentato dai cani sfuggiti alla custodia dei proprietari. Attenzione: nei centri abitati un animale domestico potrebbe in qualsiasi momento attraversare la strada.

Le collisioni sono pericolose!

Una collisione può avere conseguenze fatali non solo per gli animali ma anche per chi siede al volante! Lesioni alle persone e ingenti danni materiali – ecco cosa si rischia.

Come evitare gli incidenti

Il numero degli incidenti stradali con animali si può ridurre considerevolmente seguendo alcune semplici regole di comportamento. Le due norme essenziali: mantenere un alto livello di attenzione e adeguare la velocità.
 
Altri suggerimenti

• Ridurre la velocità, soprattutto in prossimità di cartelli che segnalano la possibile presenza di animali vaganti.

• Procedere con particolare cautela al mattino, al crepuscolo e di notte.

• Guidare con attenzione tenendo sotto controllo il margine destro della strada.

• Non tenersi troppo a destra ma piuttosto verso la striscia di mezzeria, se la situazione lo consente.

• Se si avvistano animali in prossimità della strada: ridurre la velocità, togliere gli abbaglianti e inserire gli anabbaglianti.

• Animali sulla strada: suonare il clacson, inserire gli anabbaglianti e le luci di emergenza, se possibile fermarsi.

• Procedere con particolare cautela in prossimità di luoghi non sorvegliati come boschi, cespugli e campi di cereali.

• Superare con lentezza i carri trainati da cavalli e le persone a cavallo, mantenendo la distanza necessaria.

Cosa fare se nonostante tutto capita un incidente?

Anche agli automobilisti più prudenti può capitare un incidente. Spesso infatti gli animali attraversano la strada in modo repentino.
 
Agire subito e nel modo giusto

1. Fermarsi e attivare le luci di emergenza.

2. Segnalare il luogo dell’incidente (triangolo).

3. Informare la polizia  (Polizia tel.117) che invierà sul posto il personale specializzato.

4. Non avvicinarsi in nessun caso ad un animale selvatico! Non tentare di aiutare un animale ferito, in particolare se si tratta di un animale selvatico, perché la paura e il grado di stress aumenterebbero.

5. Attendere l’arrivo della polizia, del guardacaccia, del cacciatore o del veterinario.

Comunicare gli incidenti è un dovere!

La legge dispone che in caso di incidente con coinvolgimento di animali vada avvisato immediatamente il proprietario o la polizia. Chi omette di segnalare l’incidente è perseguibile per legge. Gli animali feriti e fuggiti dal luogo dell’incidente possono cercare rifugio da qualche parte e rimanere per giorni in preda alle sofferenze più atroci. È quindi indispensabile comunicare immediatamente l’incidente, in modo che gli animali feriti possano essere trovati, visitati ed eventualmente curati o soppressi dalle figure incaricate a tali compiti.

Assicurazioni

I danni materiali al veicolo sono rimborsati nel momento in cui risulta stipulata un’assicurazione casco parziale o totale e l’incidente è stato comunicato e messo a verbale dalla polizia. (Foto: G+)

Fonte

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #2 Perla 2016-11-11 15:34
Condivido i pensieri di Susi.
Proprio per i rischi, non amo tanto viaggiare di notte e neanche all'alba.
Ci sono rimasta con la storia del sale.......ora capisco perché si sentono molti più incidenti con caprioli, cerci, ecc., nel periodo invernale *piangere
 
 
Susi
0 #1 Susi 2016-11-10 19:24
Mi vengono i brividi pensando alla strage di animali sulle strade e spero davvero con tutto il cuore che non mi succeda mai di avere un'incidente del genere, sarei disperata *piangere
I tuoi consigli sono preziosissimi, grazie Niki. Purtroppo penso che solo pochi giovani si rendono conto del pericolo e adeguano la guida. Speriamo nella tecnica già sviluppata e del futuro che magari aiuta a evitare anche queste collisioni.