^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 61 visitatori e nessun utente online

Abituare il cucciolo a rumori e luoghi

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Immaginiamo di trovarci in un mondo di giganti e di macchinari rumorosi e di non sapere se siano o meno pericolosi per noi. È esattamente questa la sensazione che prova il nostro cagnolino avventurandosi nel mondo esterno, dove solo noi siamo la sua ancora di salvezza. Dopo i primi giorni di soggiorno nella sua nuova casa il cucciolo si sarà ambientato troverà che questa è per lui un luogo confortevole e sicuro. Infatti si sarà già abituato ai rumori insoliti, ai nuovi odori e alla vista di tanti oggetti che non conosceva.

Il suono del telefono, le voci della televisione e il rumore della lavatrice di certo lo hanno spaventato la prima volta che li ha sentiti (anche perché il suo udito è più fino del nostro), ma in breve ha fatto l'abitudine. La sua naturale curiosità e la nostra rassicurante vicinanza sono gli ingredienti indispensabili per un rapido adattamento al nuovo ambiente. Va ricordato che il periodo migliore per la socializzazione e l'ambientazione del cucciolo si colloca tra i due e i quattro mesi e mezzo di età, pertanto è bene fargli conoscere più cose possibile entro questo lasso di tempo.

Fin dall'inizio lasciamo che il nostro piccolo compagno ci segua nei vari locali e faccia conoscenza con i rumori degli elettrodomestici per fargli comprendere che non c'è pericolo. Parliamo e giochiamo con lui in modo che associ i rumori ad un'esperienza piacevole. Ben presto vedremo che il cagnolino non avrà più alcun timore a restare da solo in cucina mentre la lavastoviglie è in funzione e sarà tranquillo anche se sente il frullatore o l'aspirapolvere. Il problema con certi cuccioli intraprendenti potrebbe essere che troveranno molto divertente dare l'assalto all'aspirapolvere saltando ed abbaiando.

In tal caso spegniamo e andiamo via affinché sia chiaro che si tratta di un gioco a noi poco gradito. Una volta ambientatosi in casa è il momento di abituare il piccolo al mondo esterno, al traffico e ai rumori, alle persone che passano, alla confusione delle strade cittadine e anche agli altri cani. Procediamo sempre per gradi affinché la sua curiosità e il desiderio di stare con noi prevalgano sul timore: uno spavento improvviso sarebbe davvero controproducente. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #1 Perla 2017-07-28 10:13
Stupendi consigli Niki!! Bravissima, come sempre c36