^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Meeting mondiale per specie a rischio

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

È in corso a Johannesburg, in Sudafrica, il summit della CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione). La CITES raccoglie 182 nazioni in tutto il mondo, compresa l’Unione europea, e si riunisce ogni tre anni. La missione è stabilire regole chiare per fermare la spirale di violenza e corruzione dietro il commercio dei trofei di caccia. Il traffico di specie selvatiche è al quarto posto nella classifica delle principali reti criminali internazionali.

Il suo giro d’affari, secondo le stime, arriva a venti miliardi di euro l’anno! Tra i temi sul tavolo figura anche il bando totale del commercio dei pangolini, un piccolo formichiere asiatico e africano dal dorso coperto di squame, ricercatissimo da medicina e cucina cinese e vietnamita e per questo fra gli animali più trafficati illegalmente al mondo.

Si parlerà pure di una protezione maggiore per pappagalli, rane e squali, ma il tema più controverso concerne gli elefanti. Alcune realtà africane vogliono togliere il bando al commercio di avorio, altri 29 Stati africani vogliono invece aumentare le misure di protezione. E c'è in discussione anche la richiesta dello Swaziland di legalizzare la vendita di corni di rinoceronte...

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #2 Susi 2016-10-06 20:50
Mi rende davvero triste leggere che il commercio di morte rischia di continuare e addirittura liberalizzato *scioccato *piangere
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2016-10-06 14:54
Spero davvero che tra le persone che di questa problematica devono parlare non ci siano personaggi già corrotti in partenza....... . *arrabbiato *piangere