^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

I cani mummia dei faraoni

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

I faraoni erano affascinanti dai cani, dai gatti e da altri animali domestici. Nell’antico Egitto, infatti, si credeva che gli animali facessero da tramite, da collegamento tra gli uomini e le divinità. Le stesse divinità, poi, spesso avevano un aspetto a metà tra l’umano e l’animale: il dio Anubi (o Anubis, nome greco-latino in uso presso altre lingue, anche chiamato 'Il Signore degli Occidentali') incaricato proprio di accompagnare lo spirito dei defunti davanti al tribunale supremo degli dei, aveva una testa di cane.

Recentemente, durante uno scavo presso la necropoli di Saqqara dominata dalla famosa piramide a gradoni di Djoser, faraone della III dinastia, una squadra di archeologi ha fatto un’incredibile scoperta: nei pressi della grande piramide che sorge a circa trenta chilometri a sud de Il Cairo, gli antichi egizi seppellirono circa 8 milioni di mummie di cani (ma non mancano nemmeno gatti e altri piccoli animali). Gli studiosi hanno analizzato parte di queste mummie per capire a quali razze appartenessero e che età avessero.

I risultati hanno confermato la rilevanza religiosa dei cani nella società dei faraoni: non era importante la razza né, tanto meno, l’età (sono state trovate mummie di cani di tutti i tipi e di tutte le età). L’unica cosa che contava veramente era la sepoltura del defunto insieme a un cane mummificato: solo così, con l’aiuto leale dello spirito del migliore amico dell’uomo, il defunto poteva trovare la strada verso l’Aldilà. Questa scoperta archeologica conferma anche la presenza in questa zona di templi, necropoli, e cimiteri dedicati esclusivamente agli animali: molto rispettosi verso altri esseri viventi, gli antichi egizi mummificavano e seppellivano babbuini, tori, mucche, falchi e gatti. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
0 #2 Perla 2015-11-29 21:14
Condivido il tuo pensiero Susi.
 
 
Susi
0 #1 Susi 2015-11-29 20:43
Mi affascina sempre la storia degli egizi e trovo interessantissi mo questa nuova scoperta. Peccato che oggi soffrono tutti in Egitto, e il rispetto per gli animali mi sembra non esista più *piangere