^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

La foto della settimana

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La nascita di un banteng nello zoo di Chester, in Inghilterra, è considerata da tutti un vero miracolo. Le stime, infatti, dicono che al mondo ne sono rimasti meno di cinquemila esemplari allo stato brado. Originario del Sudest asiatico, il banteng è un bue selvatico che predilige i terreni aperti e secchi vicino a folte boscaglie; nella stagione dei monsoni può migrare in gruppo a più alte quote occupando foreste e giungle di bambù. Il banteng è generalmente attivo di giorno.

Tuttavia, in luoghi dove gli esseri umani sono comuni, adotta un orario notturno. Si nutre di erbe, bambù, frutta, foglie e rami giovani. Dotato di grandi corna lisce a sezione circolare e a forma di mezzaluna, ha un mantello corto e folto, di colore bruno con sfumature nerastre e nero-azzurre nei maschi adulti, tendente al marrone rossiccio nelle femmine. Vive per lo più in branchi in cui figura un solo maschio adulto, che si accoppia con tutte le femmine.

I gruppi possono comprendere fino a quaranta individui; gli altri maschi vivono soli o con altri maschi. A causa della caccia, dei cambiamenti del suo habitat, dell'ibridazione con bestiame domestico e delle infezioni casate da malattie del bestiame, negli ultimi cinquant'anni il numero di esemplari è crollato drasticamente, tanto che il suo nome è entrato nella lista delle specie a rischio estinzione stilata dall'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN).

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #1 Susi 2016-06-07 12:53
Dolcissimo Bateng c07 Ottima notizia c09