^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

GATTI

Comprendere un gatto stressato

Li vediamo eleganti, sornioni, con quell’aplomb tipicamente felino di chi ha la perfetta consapevolezza di essere un piccolo capolavoro della natura. Ma anche i gatti subiscono lo stress, e lo manifestano in molti modi, solo che spesso noi umani non siamo in grado di interpretare i segnali che questi affascinanti amici a quattro zampe ci inviano. Volendoli però riassumere, possiamo individuarne essenzialmente quattro: le graffiature verticali, la marcatura con urina, l’aggressività, l’eccesso o la carenza di pulizia.

La quotidianità con un gatto senior

Il gatto anziano sa bene come comportarsi dentro e fuori casa, sa come risparmiare le energie, come ottenere di più dai membri della famiglia ed è navigato come un vecchio marinaio. Nessuno riuscirebbe mai a metterlo all'angolo. Il pericolo maggiore per lui, quindi, è di essere trascurato. In realtà, accudire un gatto anziano è un'esperienza molto gratificante, poichè tra padrone e animale il rapporto si fa profondo, quasi spirituale. Non dimentichiamolo mai: un gatto anziano è sempre presente, ci osserva e comprende anche se non ce ne accorgiamo.

Educazione Micio: poche semplici regole

Non è del tutto vero che i gatti siano così indipendenti e solitari. E non è nemmeno così vero che siano animali imprevedibili e umorali e quindi poco gestibili. È invece vero che possiamo interpretare dei segnali che ci mandano (anche piccoli, apparentemente insignificanti) per educarli al meglio e prevenire certi comportamenti spiacevoli o addirittura pericolosi per la loro salute. Ecco alcune dritte degli esperti per farli vivere sani e felici insieme a noi.

Perchè Micio ama dormire nel letto dell'umano?

Il nostro gatto vuole sempre dormire insieme a noi? Non c'è da preoccuparsi: non porta malattie ed è più pulito di tanti umani. Ma se ci chiediamo come mai lo faccia, bisogna sapere che ci sono ben tre motivi che lo spinge tra le nostre lenzuola. E non si tratta solo di affetto... Che i gatti amino dormire è cosa nota a tutti coloro che li conoscono almeno un po’. Sono in grado di passare intere giornate senza far niente, e questo è anche il motivo per il quale possono essere lasciati per diverse ore da soli: non si annoiano, semplicemente, dormono.

Il vero padrone in casa? Il gatto

Gli scienziati sanno che i gatti, a differenza dei cani, sono animali soltanto parzialmente addomesticati. Lo si vede anche anatomicamente: i gatti di oggi sono identici ai gatti di 50mila anni fa. Invece specie più addomesticate hanno segni precisi, come le orecchie pendule nei cani, o le corna più corte nelle mucche di oggi rispetto ai bovini dell'antichità. E ci sono buone ragioni che fanno dei gatti dei pessimi candidati per l'addomesticamento. Non hanno istinto gregario, necessitano di una dieta di alta qualità, visto che mangiano solo carne, ed è difficile confinarli in un luogo perché hanno bisogno di spazi e non hanno istinto gregario.