^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Domande da porre ad un allevatore

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Se abbiamo deciso di prendere un gattino di razza, per non avere brutte sorprese in futuro, è meglio informarsi in anticipo sulle credenziali dell’allevatore a cui pensiamo di rivolgerci. I gatti di razza non sono comuni, la stima si aggira tra l'1% e il 3% del totale dei gatti. Ci sono circa 50 razze riconosciute di gatti. Ogni razza consiste in un gruppo di gatti strettamente collegati con aspetto e personalità simile. Inoltre, un gatto di razza può costare una cifra rilevante: perché allora non spendere un po' di tempo per porre alcune domande all'allevatore?

È POSSIBILE VEDERE LE SUE REFERENZE?

La prima cosa da chiedere è quella di mostrarci le sue referenze. Un buon allevatore non eviterà a fornirci una lista di chi ha acquistato dei gattini da lui in passato. Non limitiamoci a scorrere la lista: chiamiamo i proprietari per essere sicuri che siano rimasti soddisfatti dell’allevatore e dei gattini.

I GENITORI DEI GATTINI HANNO I CERTIFICATI SANITARI IN ORDINE?

Quasi tutte le razze sono geneticamente predisposte a problemi di salute. Diffidiamo da un allevatore che cerca di convincerci del contrario. Ciò che conta è che l’allevatore abbia sottoposto i capostipiti a test veterinari per queste malattie. Chiediamo di visionare i documenti.

È POSSIBILE INCONTRARE I GENITORI DEL GATTINO?

Sovente gli allevatori si avvalgono degli stalloni di altri allevatori, perciò potrebbe essere impossibile incontrare il padre, ma dovremmo poter incontrare la madre. Spesso, i genitori sono i migliori indicatori del futuro aspetto e comportamento del gattino.

È POSSIBILE AVERE UNA COPIA DEL PEDIGREE DELLA FIGLIATA?

Questo è importante solo se abbiamo intenzione di partecipare a concorsi ed esposizioni. Avere dei campioni nella sua storia familiare non garantisce che un gatto diventi a sua volta un campione, ma sicuramente non guasta.

IL GATTO HA FATTO TUTTE LE VACCINAZIONI?

Dovremo portare al primo appuntamento del gattino col veterinario il documento di cui sono registrate le vaccinazioni.

IL GATTINO È STATO SOCIALIZZATO IN MODO CORRETTO?

È particolarmente importante che i piccoli socializzino nelle prime settimane di vita. Passare il tempo con altri gatti e con le persone aiuterà il micetto a sentirsi a suo agio nel caso di altre interazioni.

LA SALUTE DEL GATTINO VIENE GARANTITA?

Anche se i dettagli possono variare, gran parte degli allevatori fornisce ai padroni un’assicurazione scritta che il micetto rimarrà in salute per un certo periodo di tempo. Se, per esempio, un gattino sviluppa la malattia a cui la sua razza è predisposta nel primo anno di età, l’allevatore può offrirci un rimborso o un altro animale.

CHE TIPO DI ALIMENTO MANGIA IL CUCCIOLO?

Possiamo anche decidere di non utilizzare questo alimento a lungo, ma è importante acquistarne almeno un po' per le prime settimane.

Un buon allevatore ci farà anche delle domande, per cercare di capire se possiamo dare una vita appropriata al micio. Ci potrà anche chiedere di firmare un contratto in cui ci impegniamo a prenderci cura in modo rigoroso del gattino. Questo è normale ed è un segno di responsabilità da parte dell'allevatore. Gli allevatori possono anche avere gatti di razza adulti che possono essere disponibili a basso prezzo o gratuitamente per trovargli una famiglia adatta. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Perla
+1 #2 Perla 2016-01-31 14:48
Totalmente d'accordo con Susi!! c09
 
 
Susi
+1 #1 Susi 2016-01-29 18:49
Domande assolutamente obbligatorie, grazie Niki. Anche se personalmente rimango per l'adozione dai gattili c07