^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

SOCIAL GROUP E RSS

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

Come utilizzare uno spray ai feromoni

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

In commercio, come abbiamo già visto, esiste uno spray contenente un analogo di sintesi dei feromoni facciali del gatto. Come sappiamo, Micio strofina il muso sugli oggetti per lasciarvi il proprio odore e quindi non sente il bisogno di marcare anche con l’urina. Usato nel modo corretto questo spray aiuta a ridurre il fenomeno degli spruzzi di urina in casa, ma purtroppo molti non sanno usarlo correttamente. Dopo aver pulito e ripassato con alcool denaturato il punto marcato, occorre aspettare ventiquattro ore prima di spruzzare lo spray per evitare che sia coperto dall’odore dell’alcool.

Per evitare che in questo lasso di tempo Micio torni a colpire è sufficiente impedirgli l’accesso a quel punto. Se tuttavia non fosse possibile, copriamo la zona interessata con della pellicola trasparente e spruzziamo lo spray su quest’ultima, che va rimossa dopo le ventiquattro ore. A questo punto continuiamo a spruzzare lo spray nel punto una o due volte al giorno per un mese. Siamo generosi, abbondiamo. Se, per un qualsiasi motivo, non possiamo procurarci lo spray, serviamoci dell’odore del nostro gatto.

Prendiamo un fazzoletto, o comunque qualcosa di morbido, e strofiniamolo contro guance e mento di Micio, quindi facciamo lo stesso sul o sui punti che avremo già pulito in modo da trasferirvi l’odore. (Attenzione: chi possiede un esemplare particolarmente timido o impaurito non ha alternativa all’acquisto dello spray). Possiamo anche acquistare diffusori appositi, ma in situazioni simili si rivelano meno efficaci di un prodotto da applicare direttamente.

Sono tuttavia ottimi sostegni cui ricorrere per creare un’atmosfera calmante se, per esempio, ci siamo appena trasferiti, in caso di un temporaneo scombussolamento delle abitudini (lavori di ristrutturazione, l’arrivo di un cane o di un altro gatto) oppure per aiutare a placare gli animi di due compagni che hanno litigato. Oltre all’uso quotidiano dello spray, nei punti 'caldi' collochiamo anche del cibo. Ciò non significa riempirsi casa di ciotole stracolme, basta prendere un pezzo di cartone rigido e incollarci una manciata di croccantini. Il gatto non urina né defeca dove mangia e l’odore del cibo è quindi un ottimo deterrente. (Foto: Pinterest)

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Nikiezorro
+1 #3 Nikiezorro 2017-02-12 11:04
Da noi nè spray nè spine hanno effetto sui miei miciotti *sorpreso
 
 
Susi
+1 #2 Susi 2017-02-11 13:33
Grazie Niki, ottimo consiglio. Non sapevo che c'era lo spray, finora ho usato il diffusore c04
 
 
Perla
+1 #1 Perla 2017-02-06 10:36
Molto utile questo passaggio

...Dopo aver pulito e ripassato con alcool denaturato il punto marcato, occorre aspettare ventiquattro ore prima di spruzzare lo spray per evitare che sia coperto dall’odore dell’alcool....

In effetti, nel bugiardino del prodotto non lo specificano e mi pare importante. Brava Niki c28

La foto....uno splendore! c36