^Back to Top

Piccole anime,

grandi emozioni...

...nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l'amore...

ARCHIVIO COMPLETO

ULTIMI TWEET

LOGIN

Registrati per avere più opzioni! Entra nella nostra Community!

NEWS E SOCIAL GROUP

TwitterGoogle BookmarksRSS FeedPinterest

CHI È ONLINE

Abbiamo 121 visitatori e nessun utente online

Mostra Bestiale! Animal Film Stars

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Una star in carne ed ossa e tanto pelo ha dato il via a una mostra davvero 'Bestiale!', come è il titolo della nuova esposizione del Museo Nazionale del Cinema di Torino dedicata agli animali sul grande schermo. A inaugurarla, infatti, è stato Fripon in arte Belle, il cane da Montagna dei Pirenei protagonista indiscusso del film 'Belle e Sebastien'. «Bestiale! Animal Film Stars» presenta opere provenienti non solo dalla collezione del Museo ma da grandi istituzioni cinematografiche,

Da sempre gli animali fanno parte dell'immaginario cinematografico. Dai cani personaggi storici, fino alla nuova ondata di protagonisti a 4 zampe che caratterizzano la produzione contemporanea, dal Balthazar di Bresson allo squalo di Spielberg, gli animali non cessano di fornire materia per storie di tutti i tipi. Ci sono proprio tutti: Rin Tin Tin, Lassie, Beethoven, la leonessa Elsa, Due Calzini di Balla coi lupi, Free Willy, il gatto senza nome di Colazione da Tiffany, gli Uccelli di Hitchcock, e Uggie, il cane star di The Artist, e non solo. Un infinito bestiario impresso in modo indelebile nella memoria e soprattutto nel cuore degli spettatori. 

La mostra è articolata in dieci sezioni tematiche che narrano allo spettatore, attraverso fotografie, montaggi e manifesti, l’universo animalesco e il loro successo nell’immaginario collettivo. In tutto, sono visibili 440 pezzi in grado di raccontare la storia del cinema e la presenza degli animali, seguendo due filoni: uno vuole porre l’attenzione sulla figura dell’animale come attore e il ruolo degli effetti speciali per la realizzazione delle scene più suggestive, il secondo approfondisce la figura dell’animale star e il rapporto tra cinema e animali.

L’esposizione è a cura di Davide Ferrario e Donata Pesenti Campagnoni, con la collaborazione di Tamara Sillo e Nicoletta Pacini. Un imperdibile viaggio tra memorabilia, animatronic (pupazzi meccanici), fotografie e montaggi di sequenze dei vari film che arrivano dall’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences di Los Angeles, la NBCUniversal Archives & Collections, la Cinémathèque française, il Palm Dog Award e alcune collezioni private. La rassegna è iniziata il 14 giugno e si potrà visitare fino all’8 gennaio 2018.

MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA

Accedi o registrati per poter commentare.

Commenti   

 
Susi
0 #1 Susi 2017-06-28 13:58
Mammamia, per quanti di questi animali ho pianto e riso... ritrovarli in un museo tutti assieme, quanti ricordi c34